Ludovico da Casoria: storia e miracoli del Santo di Casoria

san ludovico da casoria storia miracoli

Ripercorriamo la storia di Ludovico da Casoria, al secolo Arcangelo Palmentieri. Ivi nato l’11 marzo 1814 e proclamato Santo nel 2014.

Ripercorriamo la storia di Ludovico da Casoria, al secolo Arcangelo Palmentieri. Nato a Casoria l’11 marzo 1814 e proclamato Santo da Papa Francesco nel 2014.

Padre Ludovico da Casoria è stato particolarmente attivo in favore dei bambini africani, mandato in missione nel territorio oggi corrispondente al Sudan, ancora adesso funestato da fame e malattie. Fu molto attivo anche per i bambini del Cairo e di Alessandria d’Egitto, ma anche per i minori meno abbienti o con gravi disabilità italiani.

Ricostruiamo quindi la biografia di San Ludovico da Casoria.

La storia di San Ludovico da Casoria

Nato Arcangelo Palmentieri, come detto a Casoria l’11 marzo 1814, terzo figlio di una coppia molto religiosa. Ancora adolescente, imparò il mestiere di falegname, ma a 18 anni fu accolto tra i Frati Minori nel noviziato presso il Convento San Giovanni del Palco di Taurano, in provincia di Avellino.

Proseguì gli studi nei comuni vicini: più precisamente, negli istituti di Sant’Antonio ad Afragola, di Sant’Angelo a Nola e di San Pietro ad Aram a Napoli.

Divenne presbitero il 4 giugno 1847 ed iniziò la sua attività di insegnante di filosofia e matematica presso vari istituti dell’Ordine francescano.

Quello stesso anno, mentre era in adorazione dinanzi a Santissimo Sacramento nella chiesa napoletana di San Giuseppe dei Ruffi, cadde a terra, intuendo che la sua vera strada sarebbe stata l’attività caritatevole.

Non rifiutò il confronto con atei e liberali, fondando accademie di cultura religiosa e numerose case di accoglienza per anziani.

L’opera di San Ludovico da Casoria per i bambini africani e non solo

Ottenuto il beneplacito di Re Ferdinando II riuscì a riscattare numerosi bambini schiavi a Il Cairo e ad Alessandria. Per poi poterne fare dei missionari a loro volta in Africa. Molti di loro divennero sacerdoti e donne consacrate.

Insieme a molti Terziari Francescani fondò i Frati della Carità, detti “Bigi”, e le Suore Bigie nel 1962, ancora oggi operativi.

A Napoli, in località Scudillo, fondò l’Istituto La Palma, infermeria-farmacia per i frati della Provincia Francescana e per i sacerdoti poveri del Terz’Ordine. Oggi è un luogo di studio e di giochi per bambini e adolescenti del Rione Sanità.

Nel 1871, fonda ad Assisi l’Istituto Serafico, dove accolse ragazzi sordi e ciechi, ancora oggi operativo.

Fondamentale per la sua abnegazione fu santa Caterina Volpicelli, donna carismatica e devota al Sacro Cuore di Gesù, importante per altre figure religiose, molte delle quali divenute sante a loro volta.

Dove si trovano le spoglie di San Ludovico da Casoria

Morì a Napoli il 30 marzo 1885. Le sue spoglie riposano nella Chiesa dell’Ospizio marino di Posillipo, luogo non casuale poiché qui aveva fatto erigere un monumento che raffigurava Francesco d’Assisi nell’atto di abbracciare Giotto, Dante e Cristoforo Colombo, a loro volta Terziari Francescani.

Qui invece abbiamo parlato della storia di San Mauro.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *